PROGETTO "OIKEIÔSIS"

121. 23. Nascitur ars ista, non discitur. Itaque nullum est animal altero doctius: videbis araneorum pares telas, par in favis angulorum omnium foramen. Incertum est et inaequabile quidquid ars tradit: ex aequo venit quod natura distribuit. Haec nihil magis quam tutelam sui et eius peritiam tradidit, ideoque etiam simul incipiunt et discere et vivere.

121. 23. Quest'arte non è appresa, ma innata. Ed è per questo che non esiste animale che sia più esperto di un altro: noterai che tutte le ragnatele sono pressocché uguali, così come sono uguali le celle esagonali negli alveari. Tutto ciò che ci viene trasmesso dall'arte è caotico e difforme; è invece uniforme ciò che la natura trasmette. Di fatto la natura non dona nient'altro che l'autodifesa e l'esperienza immediata della stessa; perciò gli esseri viventi incominciano contemporaneamente a imparare ed a vivere.