PROGETTO "OIKEIÔSIS"

121. 3.  Cum <quaero> quare hominem natura produxerit, quare praetulerit animalibus ceteris, longe me iudicas mores reliquisse? falsum est. Quomodo enim scies qui habendi sint nisi quid homini sit optimum inveneris, nisi naturam eius inspexeris? Tunc demum intelleges quid faciendum tibi, quid vitandum sit, cum didiceris quid naturae tuae debeas.

121. 3.  Quando indago sul perché la natura abbia messo l'uomo in primo piano elevandolo rispetto agli altri esseri viventi, credi che io abbia completamente tralasciato il problema della morale? Questo non è vero! Infatti, come farai a sapere quali comportamenti dobbiamo adoperare se non capirai ciò che è meglio per l'uomo e se non avrai esaminato a fondo la sua natura? Solo dopo che avrai capito quale sia il nostro debito con la natura saprai quello che devi fare e quello che devi evitare.